4 rimedi naturali per dormire bene la notte

Ultimo aggiornamento: 05.10.22

 

Il sonno è un aspetto fondamentale della vita, purtroppo però c’è anche chi non riesce a riposare bene. Cosa si può fare in questi casi?

 

Dormire bene è una cosa molto importante per la salute, infatti durante le ore di riposo le cellule cerebrali e il corpo si rigenerano. Se avete il sonno leggero e vi svegliate a ogni minimo rumore o se sentite la necessità di ricorrere all’uso di farmaci per dormire, perché non sapete come combattere l’insonnia, questo articolo potrà esservi molto utile.

 

L’importanza del sonno

Secondo alcuni studi scientifici, per stare in forma ed essere in grado di affrontare energicamente una giornata, è necessario dormire almeno otto ore per notte. Durante questo lasso di tempo infatti il cervello ha la possibilità di rigenerarsi e ciò va a beneficio delle capacità mnemoniche, di apprendimento, decisionali e creative.
Inoltre una buona qualità del sonno riduce il rischio di malattie a carico dell’apparato cardiocircolatorio e di patologie come diabete, ictus, infarto e obesità. Purtroppo, a dispetto di tutto questo, oggi la vita moderna porta molte persone a soffrire sempre di più di disturbi legati al sonno e spesso per contrastare le difficoltà di addormentamento e i risvegli notturni, si fa largo uso di farmaci ipnotici.
È bene ricordare che alla base di un buon sonno, ci sono delle abitudini sane di vita; tuttavia per alcuni questo discorso potrebbe non essere sufficiente, pertanto risulta necessario ricorrere a dei piccoli rimedi per dormire bene.

Rimedi naturali per dormire

Se vi trovate su un divano, su un comodo letto o su una brandina pieghevole e faticate ad addormentarvi, non serve ricorrere all’uso di farmaci ipnotici chimici, che con il passare del tempo possono provocare dei seri effetti collaterali all’organismo. In alternativa è possibile utilizzare dei rimedi naturali che aiutano a conciliare il sonno senza “avvelenare” il corpo. Di seguito troverete quattro suggerimenti che possono tornarvi utili per riposare bene:

 

1. La valeriana

La “Valeriana officinalis” è una pianta erbacea perenne, ricca di flavonoidi, nemica della tachicardia, degli stati d’ansia, della depressione e amica del sonno; insomma un vero e proprio sonnifero naturale.
Delle recenti ricerche hanno dimostrato che l’assunzione di 300/900 mg di valeriana (a seconda della persona) prima di andare a letto, può aiutare significativamente a conciliare il sonno e a migliorare la qualità del riposo.
Tuttavia si tratta di risultati abbastanza soggettivi, ricavati dalla percezione dei diversi pazienti che si sono sottoposti ai test di studio della pianta. A ogni modo, l’assunzione di gocce per dormire a base di valeriana (per un breve periodo), pare non dia effetti collaterali rilevanti, anche se a volte potrebbe manifestarsi una lieve sensazione di intorpidimento.
Chiaramente si parla sempre di somministrazione a pazienti adulti. In poche parole si tratta di un rimedio naturale per dormire abbastanza sicuro. Tuttavia, in mancanza di dati oggettivi effettivi, prima di fare uso di integratori a base di questa pianta, è consigliabile consultare il proprio medico.  

2. La melatonina

Se state cercando delle buone pastiglie per dormire, potreste ricorrere all’utilizzo di melatonina. Questa sostanza non è altro che un ormone naturale che  il nostro organismo produce, in pratica avvisa il cervello quando è ora di riposare.
Le secrezioni di melatonina sono influenzate dalle varie fasi di una giornata; la produzione dell’ormone infatti, è minore al mattino e maggiore di sera. Per questo motivo l’uso di melatonina è diventato molto diffuso nelle popolazioni, specialmente in chi viaggia tanto ed è soggetto a soffrire di “jet lag” ovvero di disturbi legati ai cambiamenti di fuso orario.
In questa fase infatti, il ciclo di produzione di melatonina può alterarsi, provocando dei fastidiosi disturbi del sonno. Diversi studi scientifici hanno dimostrato che questo ormone può migliorare la qualità del riposo anche durante il giorno e ciò gioca a vantaggio di chi è costretto, per questioni di turni lavorativi, a dormire quando c’è il sole e a stare sveglio durante la notte.
In poche parole, la melatonina riduce il tempo che occorre per addormentarsi e incrementa la durata complessiva del riposo.

 

3. La lavanda

La lavanda è una pianta erbacea che produce dei profumatissimi fiori di colore lilla. Questi, una volta che vengono essiccati, possono essere utilizzati in casa in svariati modi. Ciò che a noi interessa però è la fragranza lenitiva della pianta, che può aiutare a conciliare il sonno.

Alcuni studi hanno dimostrato che è sufficiente annusare dell’olio di lavanda per una trentina di minuti, per migliorare la qualità del proprio riposo. Si tratta di una pianta usata molto anche in aromaterapia, infatti il suo utilizzo consente di dormire bene e di combattere gli stati d’ansia, inoltre non presenta particolari effetti collaterali.
Benché l’utilizzo della lavanda in ambito officinale sia considerato sicuro, in alcuni casi l’assunzione di un suo integratore potrebbe provocare una leggera nausea o dei disturbi allo stomaco; pertanto consultate sempre il vostro medico di fiducia prima di iniziare a farne uso.

 

4. Il magnesio

Il magnesio è un elemento chimico minerale che coinvolge diversi processi biologici del nostro organismo. Questo infatti è fondamentale per mantenere il cuore in salute e per supportare le funzioni cerebrali.
A parte ciò, grazie al suo effetto rilassante, il magnesio risulta molto utile anche per conciliare il sonno. Tale proprietà è data dal fatto che si tratta di un elemento naturale, che regolarizza la produzione di melatonina ovvero dell’ormone che equilibra i cicli del sonno e della veglia.
Alcuni studi scientifici hanno messo in evidenza che il magnesio è in grado di aumentare i livelli di acido γ-amminobutirrico (GABA), un neurotrasmettitore del sistema nervoso centrale dalle grandi proprietà calmanti.
Altre ricerche invece hanno dimostrato che un livello insufficiente di magnesio nell’organismo, potrebbe essere correlato a dei disturbi di insonnia. A tal proposito, fare uso di integratori a base di questa sostanza, può aiutare a migliorare la qualità e la durata del proprio riposo.
In conclusione vi ricordiamo che prima di assumere un integratore del genere, è bene sempre chiedere consiglio al proprio medico.

Conclusioni

Un riposo sano e ristoratore è estremamente importante per stare in salute quanto fare attività fisica regolarmente e mangiare sano. Gli integratori naturali che abbiamo citato in questo articolo, sono solo dei piccoli aiuti per riuscire a dormire bene. È chiaro che questi possono essere più efficaci se combinati a delle buone abitudini e a un sano stile di vita.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS