Come arredare la camera da letto secondo il Feng Shui

Ultimo aggiornamento: 04.12.22

 

Dal momento che trascorriamo un terzo della nostra vita dormendo, è importante riposare in un ambiente confortevole e rilassante. Ecco come migliorare la qualità del sonno secondo l’antica arte geomantica del Feng Shui.

 

Per dormire bene, oltre a scegliere un buon sistema di riposo, è cruciale che la zona notte sia arredata in modo da trasmettere un senso di pace e serenità. Questa è una delle regole su cui si basa il Feng Shui, un’antichissima disciplina orientale secondo cui la disposizione dei mobili in camera da letto deve favorire il benessere notturno e allontanare le influenze negative.

Pur non trovando alcun fondamento a livello scientifico, col tempo questa filosofia si è talmente radicata nella cultura occidentale da trovare applicazioni pratiche sia nell’architettura moderna sia nel settore dell’interior design, fornendo una serie di suggerimenti utili per sistemare casa in modo da favorire la circolazione delle energie positive. Vediamo, quindi, gli otto principi dell’arredamento Feng Shui da applicare nella zona notte per creare armonia e migliorare, al contempo, la qualità del riposo.

 

Il Feng Shui a casa: cos’è e come funziona

A dispetto di quanto si possa immaginare, per raggiungere un perfetto equilibrio tra funzionalità e benessere non è necessario essere degli esperti di interior design, perché il più delle volte basta solo un po’ di buon senso e qualche consiglio giusto per rendere gli spazi abitativi più armoniosi e accoglienti.

 

A tal proposito, per il Feng Shui l’equilibrio dinamico tra Yin e Yang – ossia le forze opposte che regolano il sistema energetico del nostro corpo – si può raggiungere solo liberandosi del superfluo e disponendo gli arredi in modo da incoraggiare il flusso di energia positiva.

Per generare positività è importante anche che aria e luce inondino gli ambienti: oltre a evitare di ingombrare le stanze con oggetti inutili, è buona norma installare dei punti di accent light per illuminare gli angoli più bui e mettere in risalto eventuali dettagli di design, quindi via libera a lampade, piantane e applique. Infine, per rendere le camere più ampie e luminose, soprattutto in mancanza di spazio, è consigliabile non caricarle di mobili, preferendo invece un arredamento minimal dalle tonalità chiare che trasmettano un senso di ordine ed equilibrio.

 

La camera da letto secondo il Feng Shui

Bene, ora che abbiamo fatto chiarezza su come organizzare gli spazi abitativi in armonia con le energie positive dello Yin e dello Yang, non ci resta che scoprire le otto regole basilari per arredare la zona notte secondo l’antica pratica orientale del Feng Shui.

1. Il letto

Dal momento che il letto è l’elemento principale della zona notte, bisogna prestare maggiore attenzione alle sue caratteristiche e soprattutto al suo corretto posizionamento. Secondo il Feng Shui, l’orientamento giusto è con la testa rivolta a nord, ossia in direzione opposta rispetto ai campi elettromagnetici della Terra. Inoltre, per facilitare l’addormentamento e migliorare la qualità del sonno, la posizione del letto dovrebbe permettere di vedere l’ingresso della stanza, senza però trovarsi di fronte a una porta o sotto una finestra.

 

2. La testata

Al pari del letto, anche la testata riveste un ruolo fondamentale in termini di stabilità ed equilibrio, per raggiungere i quali sarebbe opportuno preferire una forma simmetrica, come quella ovale o rettangolare, per potenziare l’afflusso di energie positive. Per quanto riguarda i materiali, si consiglia il legno di colore chiaro e le superfici lisce che, a differenza dei metalli (come l’ottone e il ferro battuto), non riflettono la luce.

3. L’ordine

Come già sottolineato, uno dei principi fondamentali del Feng Shui è evitare tassativamente di rendere gli spazi saturi di oggetti che creano caos e disordine. Per impedire che la camera da letto diventi un luogo opprimente dove il malessere e il disagio regnano sovrani, si possono disporre qua e là degli accessori per il riordino (mensole, organizer per armadi, cestini e appendiabiti) per mantenere la stanza sempre ordinata e raggiungere un perfetto equilibrio tra funzionalità ed estetica.

 

4. I complementi d’arredo

Per quanto riguarda i mobili, il Feng Shui suggerisce complementi d’arredo che non stimolino l’attenzione e favoriscano il rilassamento. Per gli elementi più ingombranti, quali armadi, cassettiere ed eventuali consolle, è bene preferire un design semplice o di impronta minimalista, mentre disporre delle applique per camera da letto in punti strategici della stanza assicura una luce diffusa e non invasiva per leggere o dedicarsi ad altre attività prima di coricarsi, senza infastidire il partner.

5. Feng Shui e colori

Ebbene sì, secondo il Feng Shui anche i colori della camera da letto vanno scelti con estrema attenzione, poiché hanno il potere di influenzare l’energia vitale delle persone che vivono in quell’ambiente. Pertanto, la palette cromatica della zona notte dovrebbe muoversi su tonalità chiare e tenui, privilegiando i toni pastello non troppo stimolanti come il rosa, l’avorio, il verde e l’azzurro, mentre tra i tanti colori per le pareti della camera da letto il Feng Shui consiglia il grigio perla, il beige o le sfumature della “terra”.

 

6. No alla tecnologia

Dal momento che la zona notte è il luogo deputato a riposo e al relax, va da sé che la tecnologia e l’elettronica non siano assolutamente contemplate in una camera da letto Feng Shui. Pertanto cellulari, tv, computer e altri dispositivi elettronici andrebbero sempre lasciati fuori dalla porta quando arriva il momento di scivolare tra le braccia di Morfeo.

 

7. Un tocco di verde

Un’altra soluzione ottimale per riequilibrare le energie positive è disporre delle piante che purifichino l’aria all’interno della camera da letto. Oltre a donare un’allure più accogliente e confortevole, il verde favorisce l’addormentamento e riduce la concentrazione di sostanze inquinanti presenti nell’ambiente.

8. Gli specchi

Infine, un ultimo accorgimento va adottato in merito al posizionamento degli specchi, che trovano sì il loro spazio all’interno della camera da letto ma solo se disposti in maniera corretta. Oltre a posizionarli in modo che non riflettano la luce durante le ore notturne, il Feng Shui vieta tassativamente di collocarli di fronte al letto perché i movimenti riflessi potrebbero creare un eccesso di energia che rischia di disturbare il riposo.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS