Come pulire il materasso ed eliminare gli acari

Ultimo aggiornamento: 05.10.22

 

La convivenza con gli acari può essere molto complicata e molto spesso anche inevitabile, ma non disperate perché i dispositivi di difesa non mancano.

 

Anche un ottimo materasso può essere ricettacolo per sporcizia, germi e acari. Questo è certamente un problema per tutti ma soprattutto per quanti hanno problemi di allergie. La pulizia del materasso è fondamentale ma non è una cosa che fanno tutti poiché non sempre c’è la consapevolezza di cosa può nascondere il loro “giaciglio”. 

Se state leggendo questo articolo ci pare ovvio che quantomeno sorgerà il voi il dubbio che anche il vostro materasso sia infestato dagli acari e bisognoso di una bella pulizia. Vedremo come aiutarvi ma la prima cosa che ci preme è aiutarvi a individuare il problema o in altre parole, capire se gli acari vi tengono compagnia durante la notte e ogni volta che schiacciate un pisolino. Anzi, vi risparmiamo subito la fatica: al 99% è così. Ciò però non deve allarmare perché se la presenza degli acari pare scontata, non significa necessariamente che in atto ci sia una infestazione.

 

Il Dermatophagoides

È importante sapere che non c’è un solo tipo di acaro, ce ne sono diversi e non tutti provocano allergie. Un’altra cosa da sapere è che siamo cibo per acari, infatti si nutrono di peli, forfora, unghie, pelle. L’acaro di cui dovete preoccuparvi è il Dermatophagoides che rilascia una ventina di sostanze allergizzanti.

Il comparire della reazione allergica è il sintomo più evidente che c’è un problema di infestazione degli acari che, è fondamentale saperlo, proliferano in ambienti con umidità intorno al 60% e temperature di circa 25°. Una buona mossa preventiva è usare un deumidificatore.

 

 

La pulizia del materasso

Usate l’aspirapolvere con una certa frequenza assicurandovi di passarla centimetro per centimetro sul materasso. Sarebbe opportuno, prima di fare ciò, usare un battipanni all’aria aperta, lasciando il materasso esposto al sole e all’aria fresca per una giornata al fine di eliminare anche i cattivi odori. Un altro sistema che si può impiegare è di preparare una miscela di acqua con bicarbonato da spargere sulla superficie mendiante uno spruzzatore. Anche in questo caso il materasso va lasciato una giornata all’aperto. 

L’azione dell’acqua e del bicarbonato elimina gli acari ed è utile per rimuovere macchie e aloni. Contro le macchie di urina risulta essere molto efficace un composto di acqua ossigenata e sapone neutro eliminare soprattutto  il cattivo odore. Per completare la pulizia si strofina la macchia con un panni imbevuto di aceto e limone. Questi due ingredienti uniti sono ottimi anche per pulire le macchie di caffè e tè. 

Per lo sporco particolarmente ostinato è opportuno servirsi del vapore da erogare con apposito elettrodomestico. Il vapore, oltre a pulire, igienizza. Ricordate di lasciare il materasso ad asciugare all’aperto. Anche se il vostro materasso è in lattice, il sistema di pulizia non è molto differente. Servendovi di un panno in microfibra inumidito strofinatelo sulla superficie, potete aggiungere un po’ di limone. Il materasso, dopo questo trattamento richiede almeno una dozzina d’ore per asciugare all’aria aperta.

 

Lavate e stirate

Nella lotta preventiva agli acari è importante lavare con frequenza settimanale il coprimaterasso e le lenzuola con acqua a 60° ed esporre al sole i cucini. Stirare lenzuola e copri materasso è un’arma in più nella lotta agli acari.

 

 

Prodotti utili

Fino ad ora abbiamo visto come pulire e disinfettare il materasso con quanto si può trovare in casa ma chi non si fida dei metodi della nonna può sempre ricorrere a prodotti specifici. Ve ne presentiamo alcuni cominciando con Inspired, un prodotto che elimina i cattivi odori, combatte gli acari e quindi previene le allergie. Venduto a 7,55 € ha soddisfatto moltissimi clienti. 

HygienFresh Tarmacid è un presidio medico chirurgico che può essere applicato su tutti i tessuti. La sua azione acaricida e tarmicida ha l’approvazione dal ministero della salute. Il suo costo è di 12,50 €. 

Gli acari si possono combattere anche con gli ultrasuoni con apparecchi come lo Euroallergy Terminator, un nome che è tutto un programma. La sua azione è volta a una progressiva riduzione degli acari che si trovano in tutto l’ambiente, dunque non solo nel materasso. Non preoccupatevi se in casa ci sono degli animali perchçè gli ultrasuoni non sono fonte di disturbo per loro. L’azione del dispositivo non è immediata, per avere risultati apprezzabili bisogna pazientare due o tre mesi. Dobbiamo segnalare come il dispositivo sia adatto esclusivamente al contrasto degli acari della polvere, non quelli di altri tipi. Il suo prezzo è di 31,90 €.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS