Come realizzare una testiera per letto imbottita con il fai da te

Ultimo aggiornamento: 05.10.22

 

Elemento di spicco della zona notte, la testiera aggiunge stile e personalità alla camera da letto. Oltre ad avere una funzione estetica, funge da appoggio per la schiena e permette di stare comodamente seduti a leggere o guardare la tv. Se la creatività non vi manca e avete una certa predisposizione per il bricolage, in questo articolo vi mostreremo come costruire una testiera imbottita in autonomia e senza spendere troppo.

 

Come il resto dell’arredamento, anche il letto deve essere funzionale, esteticamente gradevole e soprattutto di buona qualità per garantirsi il miglior riposo possibile. Ci sono, tuttavia, degli accessori che contribuiscono a rendere l’atmosfera più calda e accogliente, trasformando totalmente la propria idea d’arredo e stile. Ci riferiamo in particolare alle testiere, conosciute anche con il nome di testate o spalliere, la cui funzione è quella di delimitare il perimetro del letto stesso, fungendo al contempo da comodo appoggio per la schiena.

A differenza di altri elementi (come per esempio la rete, che resta nascosta, o i piedi di sostegno) rappresenta un complemento predominante sotto il profilo estetico, dal momento che è sempre in bella vista diventando una componente di spicco di qualsiasi letto.

La migliore testiera letto, quindi, è quella che riesce a valorizzare lo stile dell’arredamento circostante, concedendo al contempo il massimo del comfort e della praticità. Per essere certi che sia personalizzata e funzionale ai propri bisogni, la soluzione migliore è realizzarne una su misura, in modo da rendere lo spazio disponibile fruibile e versatile.

Non sapete come fare? Tranquilli, in questa guida vi spiegheremo per filo e per segno come costruire in autonomia una testiera per letto imbottita che cambierà radicalmente il mood della zona notte con una spesa irrisoria.

 

Step 1: preparare il necessario

Avere un letto con la testata imbottita è una soluzione pratica e soprattutto comoda, poiché permette di appoggiare la schiena su una superficie morbida invece che contro un muro freddo e rigido. Inoltre, una bella spalliera può diventare un affascinante elemento decorativo capace di arricchire il design di qualsiasi camera da letto, a prescindere dall’impronta stilistica dell’arredamento.

Se si vogliono contenere le spese, anziché acquistare una testata già pronta, si può pensare di costruirne una con le proprie mani, utilizzando materiali low cost che, una volta assemblati, assicureranno lo stesso effetto scenografico dei prodotti disponibili in commercio, ma senza spendere un capitale.

La prima cosa da fare, ovviamente, è munirsi di tutto il necessario per la costruzione, in modo da non creare disorganizzazione e procedere con il lavoro in maniera spedita. A tal proposito, si può utilizzare anche del materiale di recupero o del comune compensato: chiedete al vostro falegname di fiducia di procurarvi una tavola in legno multistrato dallo spessore di 2 cm, o in alternativa cercate una piattaforma di pallet.

L’unica differenza è che, utilizzando il pallet dovrete tagliare e poi unire tutti i pezzi per creare la facciata da assemblare, mentre con il compensato potrete assemblare direttamente le varie componenti senza eseguire ulteriori passaggi.

Una volta procurata la base in legno, avrete bisogno anche di: una sparapunti, della colla per legno, un foglio di gommapiuma con spessore compreso tra 5 e 10 cm, della stoffa a propria scelta e qualche decorazione. Infine, individuate un luogo spazioso e tranquillo dove poter lavorare con serenità, e prendetevi tutto il tempo necessario per eseguire un lavoro a regola d’arte.

 

Step 2: decidere le misure

Partendo dal presupposto che la testiera dovrà essere posizionata sopra al vostro letto, è fondamentale prendere bene le misure per non avere brutte sorprese in fase di montaggio.

Per quanto riguarda la larghezza, prendete come riferimento quella della struttura, quindi: 160 cm per i letti matrimoniali, 140 cm per quelli alla francese e 120 cm nel caso dei modelli da una piazza e mezza.

Quanto all’altezza, dovrete stabilire se volete farla arrivare fino al pavimento, nel qual caso bisognerà considerare l’altezza complessiva del letto e aggiungere almeno altri 50 cm, oppure se fissarla direttamente alla rete o alla parete, decidendo unicamente quanto dovrà essere alta la spalliera senza considerare altri parametri.

 

Step 3: costruire la base

Per realizzare la vostra testiera imbottita, per prima cosa è necessario preparare la base. Prendete la tavola in legno e tagliatela della forma che più vi aggrada (rettangolare, a onda, tondeggiante, ecc.), utilizzando magari una guida in cartone per ottenere un risultato più preciso. Sul web ci sono tantissimi schemi che potete utilizzare, quindi una volta scelto quello adatto alle vostre esigenze estetiche e di spazio, vi basterà stamparlo e creare la vostra sagoma di cartone con un notevole risparmio di tempo e fatica.

Se non avete gli strumenti giusti per tagliare il pannello di legno, potete anche rivolgervi a un falegname esperto o a un negozio di bricolage fornendo, ovviamente, le misure che avete già preso in precedenza.

Una volta realizzata la base, tracciate su una delle due facciate delle linee orizzontali e verticali con una matita e un righello. Non è necessario disegnarne tante, l’importante è distanziarle di almeno 20 cm l’una dall’altra, e dove le linee si incrociano praticate dei piccoli fori con il trapano (vi spiegheremo dopo a cosa servono).

 

Step 4: realizzare l’imbottitura

Arrivati a questo punto, la strada è tutta in discesa, poiché mancano giusto un paio di passaggi per terminare la costruzione della vostra nuova testiera imbottita. Innanzitutto, appoggiate il pannello di legno sul foglio di gommapiuma, segnate i contorni con una matita e tagliatelo in modo che si adatti perfettamente alla tavola.

Ora versate un po’ di colla per legno sul pannello e stendetelo in modo uniforme su tutta la superficie utilizzando una spatola o un pennello; ripetete l’operazione anche sullo strato di gommapiuma e incollate le due componenti, lasciando asciugare il tutto per almeno 24 ore.

Fatto questo, scegliete il rivestimento della testiera: potete utilizzare della comune stoffa o dell’ecopelle a seconda delle vostre preferenze, l’importante è optare per materiali di buona qualità che assicurino una buona resistenza ai graffi e all’usura.

Step 5: il rivestimento

Ed eccoci giunti finalmente alla fase conclusiva del lavoro. Per terminare l’opera, prendete la stoffa scelta e appoggiatela sulla testata, facendo attenzione a tenerla ben tesa mentre prendete le misure che vi serviranno per ritagliarla.

A questo punto fissate il rivestimento sull’imbottitura con la sparapunti e fate passare del cordoncino nei fori praticati in precedenza (ecco a cosa servivano), ripetendo l’operazione per ogni buco fino a ottenere un effetto trapuntato da decorare a piacimento con bottoni, strass e passamanerie varie.

La vostra testiera imbottita è pronta e non rimane, dunque, che appenderla al muro all’altezza che preferite. Buon lavoro!

 

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS