Le 8 migliori coperte del 2022

Ultimo aggiornamento: 05.10.22

 

Coperte – Guida, Opinioni e Confronti

 

Cosa c’è di meglio di una bella coperta quando la notte fa freddo o quando ci si vuole rilassare, stando comodamente sdraiati sul divano? Proprio nulla, per questo è importante scegliere quella che possa proteggerci dal gelo esterno. Quale materiale preferire e quale cifra è giusto spendere? Diamo un’occhiata alle caratteristiche da non trascurare nella guida in basso: se non avete il tempo di leggerla, ecco quali prodotti abbiamo preferito. In primis Regalo Originale Coperta Personalizzata con Foto 170 x 130 cm, che è un modello da personalizzare con una scritta, un disegno o una foto, per accontentare una persona cara. Ci è piaciuto anche Lanerossi Coperta Letto Matrimoniale Maxi Agata Plus 100% Lana, un modello classico in lana con angoli e bordi rivestiti in velluto e varie dimensioni disponibili, per la felicità di chi vive da solo e in coppia.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori coperte – Classifica 2022

 

Capire come scegliere una buona coperta può non essere semplice: bisogna considerare una serie di fattori, dei quali parleremo più avanti. Nel frattempo, date un’occhiata ai prodotti più venduti del web e cliccate sul link relativo se non sapete dove acquistare l’offerta a prezzi bassi che più vi convince. 

 

 

Coperta personalizzata

 

1. Regalo Originale Coperta Personalizzata con Foto 170 x 130 cm

 

State pensando a un regalo con il quale sorprendere il partner o una persona cara? L’idea di una coperta personalizzata, magari con una foto o un disegno particolare, è quella giusta per fare colpo. Questa è la proposta di Regalo Originale, che permette di inserire un’immagine e un testo sullo sfondo desiderato, per creare la propria coperta in maniera autonoma.

Le dimensioni sono fisse, 170 x 130 cm, quindi otterrete un prodotto abbastanza grande per coprire voi e un’altra persona nelle fredde giornate invernali. Il materiale utilizzato è il pile, resistente anche all’azione della lavatrice, ma si consiglia di utilizzare i programmi per delicati se non si vuole rovinarla.

Il costo non è basso, ma l’idea di poter personalizzare un oggetto con una foto o con un’immagine amata rende valida la spesa.

 

Pro

Personalizzabile: Il grande vantaggio di questa coperta è quello di poter essere resa unica con l’ausilio di un’immagine o una foto scelta da voi. Potrete inoltre inserire anche un testo.

Materiale: Si tratta di un prodotto in pile, morbido e resistente, che tiene al caldo durante la stagione invernale.

Dimensioni: Misura 170 x 130 cm, per cui è un articolo abbastanza grande da essere sufficiente per due persone.

 

Contro

Costo: Non è uno dei modelli più economici in circolazione, ma la sua originalità rende molto valida la spesa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Coperta di lana

 

2. Lanerossi Coperta Letto Matrimoniale Maxi Agata Plus 100% Lana

 

Tra le migliori coperte del 2022 non può mancare quella di lana del famoso marchio Lanerossi, che da sempre produce articoli per la camera da letto e non solo di grande qualità. In particolare, questo prodotto è in lana vergine, un materiale in grado di isolare non solo dal freddo esterno ma anche dall’eccesso di calore.

Il disegno proposto è il jacquard mentre i bordi sono rivestiti con velluto e gli angoli a cappuccio sono realizzati a mano. Le dimensioni disponibili sono adatte sia al letto singolo, sia a quello matrimoniale: 210 x 160 cm, 210 x 250 cm e 230 x 270 cm.

I colori disponibili sono il bianco/beige e il bianco/polvere, visto che consta in due lati di tonalità differenti. Il costo tiene conto della qualità, quindi non è un articolo economico, in comparazione ad altri simili.

L’unico difetto, secondo il parere di alcuni utenti, è lo spessore della coperta, che appare un po’ troppo leggera e quindi poco in grado di trattenere l’umidità esterna.

 

Pro

Materiale: Si tratta di una coperta in lana vergine, quindi fatta con un tessuto pregiato, adatto all’inverno ma anche all’estate.

Estetica: Il prodotto arriva con un disegno jacquard, bordi rivestiti in velluto e angoli a cappuccio realizzati a mano.

Per tutti i letti: L’articolo è disponibile sia per il letto singolo, sia per quello matrimoniale, con tre differenti dimensioni.

 

Contro

Spessore: Non è simile a quello di altre coperte simili vendute online, per cui non è il più valido per trattenere l’eccesso di umidità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Coperta Somma

 

3. Somma Coperta Matrimoniale di Pura Lana Vergine Grace Maxi

 

Somma è un marchio che offre spesso la soluzione a chi non sa quale coperta comprare tra le tante proposte sul web. Anche in questo caso propone un modello molto valido, in pura lana vergine della Nuova Zelanda, da 450 gr/mq, quindi abbastanza spessa da pesare 2,5 kg.

Il vantaggio del materiale scelta sta nella sua traspirabilità e nella morbidezza, oltre al trattenere tutto il calore possibile, che la rende perfetta per il periodo più freddo. Questa versione misura 230 x 270 cm, quindi è indicata per il letto matrimoniale, ed è caratterizzata da un colore che dà sul marroncino chiaro, con disegni classici e molto eleganti.

I bordi sono rivestiti e, anche per questo, è preferibile lavare a secco un prodotto che potrebbe rovinarsi, in caso contrario. La formazione di peluria, la cosiddetta lanetta, è simbolo della qualità di un prodotto che, però, non è alla portata di tutti, visto il prezzo abbastanza alto.

 

Pro

Lana vergine: Questa coperta è in pura lana vergine da 450 gr/mq, quindi spessa e pesante, ideale per le fredde notti invernali.

Elegante: Se siete anche alla ricerca di un articolo che non debba essere coperto da altre lenzuola, il disegno donerà classe alla vostra camera da letto.

Dimensioni: Misura 270 x 230 cm, quindi è perfetto per un letto a due piazze, in cui nessuno resterà scoperto.

 

Contro

Costo: La qualità del materiale fa sì che si tratti di un prodotto venduto a un prezzo molto alto, anche se la spesa vale l’impresa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Coperta termica

 

4. Cosi Home® Coperta Elettrica Termica di Pile Grande

 

Se per voi la migliore coperta è quella termica, probabilmente fate parte di quella schiera di utenti che non possono aspettare che la classica si riscaldi. Ecco quella che propone Cosi Home, un modello elettrico disponibile nei colori bianco e grigio, per fare pendant con l’arredamento della vostra camera da letto.

Realizzato con tessuto soffice, misura 180 x 130 cm, quindi può essere indicato anche per un letto singolo. Dotato di un telecomando, ha nove impostazioni che possono essere regolate, in base alla temperatura desiderata: alcuni utenti, però, sostengono che, anche al massimo, il tepore non è fortissimo.

C’è anche la possibilità di impostare un timer, per fare in modo che si spenga autonomamente, ma potete stare sicuri, grazie alla protezione contro il surriscaldamento. Il costo è valido, anche perché la coperta, tolti i cavi, può essere lavata in lavatrice.

 

Pro

Con telecomando: Questo accessorio consente di regolare la temperatura, fino a ottenere quella desiderata, e di impostare un timer per lo spegnimento automatico.

Tessuto: Si tratta di un materiale morbido e caldo, che può anche essere lavato in lavatrice, una volta rimossi i cavi.

 

Contro

Calore: Anche se messo alla massima temperatura non produrrà un tepore così forte da riscaldare il più freddoloso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Coperta in pile

 

5. Bedsure Coperta Plaid di Pile Super Morbido

 

L’inverno spinge a guardare un bel film, magari sul divano, ma è necessario trovare un modo per non infreddolirsi: niente è meglio di una bella coperta nuova o di un plaid in pile, per riscaldarsi in un morbido abbraccio.

Quella di Bedsure è un prodotto venduto a un prezzo concorrenziale, ideale quindi per chi ha un piccolo budget a disposizione. Disponibile in tanti colori diversi, accontenta le necessità di tutti, anche perché offre dimensioni varie, che vanno dal singolo al matrimoniale: potrete usarla da soli o condividerla, scegliendo la misura più grande.

Si può lavare in lavatrice ed è anche veloce ad asciugare, garantendo così un buon risparmio di tempo. Ciò che non piace ad alcuni utenti, però, è il fatto che rilasci troppi pelucchi con il passare del tempo.

 

Pro

Costo: Il prodotto è venduto a un prezzo concorrenziale, vista anche la disponibilità di colori e dimensioni differenti.

Lavabile: Può essere messa in lavatrice e asciuga anche molto rapidamente, consentendovi di usarla subito.

 

Contro

Pelucchi: Ne produce in maniera eccessiva e, in questo modo, la superficie viene e essere rovinata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Coperta in lana merinos

 

6. Linen & Cotton Plaid Classico 100% Lana Merinos Superfine

 

Se il calore per voi è l’elemento che una coperta deve trasmettere in primis e al massimo della sua potenzialità, non potete che rivolgervi a un modello in lana merinos, come quello di Linen & Cotton.

Il plaid è al 100% in questo materiale, che è caratterizzato da una trama sottile a spina di pesce e da frange finali, che lo rendono giovane e moderno. Misura 140 x 200 cm, incluse le frange in questione, quindi è abbastanza ampio da essere usato da due persone.

I colori disponibili sono tanti e vanno da quelli chiari ai più scuri, come il marrone. Il prodotto, inoltre, può essere lavato a mano oppure in lavatrice a 30°, che gli impediscono di infeltrirsi, vista la qualità del materiale.

Il costo è un po’ alto, ma non si può pretendere di meno quando si tratta di articoli di un certo prestigio.

 

Pro

In pura lana: Questo plaid è realizzato in merinos 100%, motivo per il quale trattiene il calore e tiene al caldo durante le fredde notti invernali.

Colori: Ce ne sono molti a disposizione, ma sono tutti modelli con le frange, che danno un tocco di allegria alla coperta.

 

Contro

Costo: Il prezzo di vendita è decisamente alto e non alla portata di tutte le tasche, quindi non è consigliata a chi ha un piccolo budget.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Coperta con maniche

 

7. Kanguru Deluxe Coperta Snoopy Poliestere 

 

Se il vostro problema principale è quello di poter stare comodi mentre lavorate o mentre siete distesi sul divano a guardare una serie TV, non apprezzerete la classica coperta, che dovete riaggiustare a ogni movimento.

La soluzione è quella con maniche, un modello nato in America e diffusosi subito per la grande praticità della forma: basta infatti infilare le braccia al suo interno e calzerà addosso come un vestito, tenendovi al caldo finché volete.

Kanguru è l’azienda che ha diffuso questo modello e qui lo propone in varie dimensioni, per grandi e piccini. La 80 x 90 cm ha lo sfondo di Hello Kitty ed è dedicata alle bimbe, la 140 x 180 cm è invece per adulti e ha come tema Snoopy su un fondo grigio.

Non ha un costo basso, ma nella media, anche se c’è chi lamenta la sua eccessiva lunghezza, che la rende più adatta al divano e non alla sedia.

 

Pro

Con le maniche: Il vantaggio di questo modello è quello di poter essere indossato come un vestito e di tenere quindi al caldo in maniera migliore.

Dimensioni: Sono varie e hanno come tema Hello Kitty per le bimbe e Snoopy per i grandi.

 

Contro

Lunghezza: Chi la vuole usare per lavorare al computer la troverà scomoda a causa della lunghezza eccessiva, che la rende invece ideale per stare distesi sul divano.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Coperta patchwork

 

8. Encoft Copriletto Singolo Patchwork Peso Leggero in Cotone

 

Se amate le fantasie romantiche, il patchwork è quello che può fare al caso vostro: la coperta di Encoft propone questo stile shabby, tanto amato da chi vuole una casa in classico stile inglese. 

Si tratta di un modello leggero in cotone, riempito per il 90% sempre con cotone e per il 10% con poliestere. Le misure a disposizione sono varie, ma la 150 x 200 cm è indicata per il letto a due piazze o anche per coprirsi in due sul divano di casa.

Valido anche come copriletto, ha una base rosa, ma può essere scelto in altre varianti, come l’azzurro o il misto, se si hanno esigenze in tal senso. Il modello è ipoallergenico e deve essere lavato in acqua fredda, se non lo si vuole rovinare.

Il costo è però troppo alto in rapporto ad alcuni difetti, come le cuciture che si staccano in fretta, oppure la qualità di stampa e colori, che non convincono proprio tutti.

 

Pro

Stile: Lo shabby piace molto a chi vuole arredare la casa in maniera romantica, per cui questa coperta è perfetta per lo scopo.

Versatile: Vista la presenza di varie dimensioni, questo modello può essere usato come coperta o copriletto, ma anche per riscaldarsi sul divano.

 

Contro

Difetti: Ce ne sono alcuni, come le cuciture che si staccano o i colori sbiaditi, che rendono il costo un po’ eccessivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una coperta

 

Trovare la coperta giusta per la camera da letto, o più semplicemente per stare al caldo sul divano, ad alcuni sembra una vera e propria impresa: come capire se un modello è più o meno valido?

Vi diamo una mano con i nostri consigli per trovare quella giusta per le vostre esigenze!

La tipologia

Prima di tutto è bene capire che tipo di calore vogliamo per stare comodi a letto o sul divano: va bene la classica coperta oppure propendiamo per la trapunta o il piumone? Vediamo innanzitutto che differenza c’è tra questi tre.

La coperta è il prodotto che si è soliti usare quando ci si vuole mettere comodi per vedere un film da soli o in compagnia: il classico plaid che riscalda il corpo ma che non è così tanto pesante da creare impedimento ai movimenti.

Questa soluzione può andare bene se non si è particolarmente freddolosi, ma, se i materiali scelti non sono adeguati, potrebbe non essere la soluzione giusta per il letto. In questo caso è preferibile la trapunta, ovvero quella copertura caratterizzata da un’anima imbottita ma non troppo spessa, ideale per i primi freddi e comoda anche per il divano.

Il piumone invece è più indicato proprio per il letto, specialmente se si opta per quello in piuma d’oca, caldo e perfetto quando l’inverno è oramai inoltrato.

 

Solo per l’inverno?

Un altro elemento da considerare è proprio la stagione nella quale si vuole usare la coperta che si sceglie: infatti non si tratta di un capo dedicato prettamente all’inverno, in quanto può essere utile anche a eliminare l’umidità estiva o a proteggere dall’eccesso di calore.

In base a questo si deve quindi scegliere lo spessore, che sarà quindi minore per la primavera e l’estate, maggiore per l’inverno. A questo scopo è utile valutare anche la qualità e il materiale dell’imbottitura: in alcuni casi i piumini, per esempio, sono perfetti per l’estate, ovvero quando sono riempiti con piume di anatra, in grado di trattenere l’umidità del corpo.

 

Imbottitura

Come dicevamo, questo è un fattore importante quando si opta per una trapunta o un piumone: piuma o piumetta vanno bene nel secondo caso, mentre nel primo c’è ampia scelta e anche un range di prezzo molto più adatto a chi ha piccoli budget.

Ci sono le fibre, che possono essere di bambù, di mais o di poliestere: le prime due sono da preferire se siete soggetti allergici, in quanto si tratta di sostanze naturali, mentre il terzo è un elemento da preferire per il periodo estivo, in quanto molto leggero.

Ci sono poi altri materiali, che possono costituire da soli le coperte, quindi non come imbottitura: un esempio ne è la seta, un elemento pregiato, che quindi ha anche un costo più importante, indicata per l’estate o la primavera, e la lana, che può anche essere messa all’interno di una trapunta, vista la sua grande qualità riscaldante.

 

Materiale esterno

Anche questo è un aspetto di cui tenere conto: quale materiale deve rivestire all’esterno la coperta? Può essere il classico cotone oppure un mix di questo e di poliestere, che lo rende più resistente e anche facile da asciugare.

Molto gettonata la microfibra, che ha non solo la funzione di trattenere efficacemente il calore, ma anche di asciugare in fretta. Per quanto concerne le coperte fatte solo in un materiale, potrete trovare anche degli abbellimenti, come gli angoli o i lati rivestiti in raso o seta, che le rendono molto più gradevoli da un punto di vista estetico.

Dimensioni

Questo elemento dipende molto da quante persone intendono usare la coperta ma in parte può essere determinato dall’esigenza personale di calore. Di conseguenza, se volete usarla da soli, può andare bene un modello singolo, ma se preferite metterne più strati sul vostro corpo, potreste optare per quelle per due persone o anche da piazza e mezzo.

Se intendete porre la coperta sul letto, dovrete considerare anche le misure di questo, perché non dovrà essere né troppo corta, né troppo lunga. Nel primo caso, infatti, potrebbe spostarsi durante la notte e lasciarvi scoperti, nel secondo toccherebbe terra e si sporcherebbe.

Ci sono anche modelli con le maniche, che possono essere indossati, così da non esporre al freddo nessuna parte del corpo: sono molto comodi soprattutto se lavorate al computer, perché la posizione statica, soprattutto d’inverno, comporta un maggiore raffreddamento.

 

 

 

Come sistemare le coperte nell’armadio

 

Il cambio di stagione è abbastanza stressante: se da un lato è piacevole mettere fuori tutti i capi adatti al caldo, come i bikini o i teli mare, dall’altro nasce il problema di adattare tutti gli indumenti più ingombranti, incluse le coperte, ai propri armadi.

Come fare a riporre, per esempio, i voluminosi piumoni senza far loro occupare tutto lo spazio a disposizione? Vediamo insieme qualche consiglio per riuscire nell’impresa.

Se l’armadio è piccolo

Vi trovate davanti a questo dilemma? La soluzione non può essere che il sottovuoto: prima di tutto lavate per bene le coperte, le trapunte e i piumoni e fate in modo che asciughino bene, così da evitare la creazione di muffa e cattivi odori.

Procuratevi poi dei sacchi appositi, quelli con le valvole, per capirci, all’interno dei quali inserire le coperte ben piegate, assicurandosi di stendere per bene la biancheria, che deve andare a occupare per intero la busta.

Basterà adesso armarsi di aspirapolvere e azionarlo, ponendo la bocchetta in corrispondenza della valvola: quando l’aria è stata tutta risucchiata, chiudetela per mantenere il sottovuoto. In questo modo sarà molto più semplice collocare le coperte nell’armadio, visto che avranno dimezzato il loro spessore.

 

Mimetizzarle? Si può!

Se per le coperte classiche in lana il problema non sembra essere così grande, per i piumoni e le trapunte può esserci qualche difficoltà, se non si ha un posto adatto all’interno del quale nasconderle.

Nel primo caso, infatti, basterà inserirle magari sotto i cuscini del divano o dei divani oppure quello della poltrona, che magicamente acquisterà più spessore. Potreste anche metterle sotto il materasso, o ancora usarle al posto dei cuscini, dopo averle messe in una fodera, per mantenerle pulite.

Per le trapunte e i piumoni sono utili nascondigli come un baule, che può ospitarli per una parte dell’anno, oppure ancora, dopo averli avvolti in un lenzuolo o messi in un contenitore che li preservi dalla polvere, collocati dietro un mobile nascosto di casa. 

Appiattire tutto

Anche se il metodo del sottovuoto è imbattibile, è possibile usarne altri alternativi, come per esempio lo spago: questo oggetto non è infatti utile solo ad avvolgere l’arrosto ma può appiattire i piumoni e le coperte, facendo loro ridurre il volume.

Inoltre è importante valutare in precedenza quale metodo scegliere, perché, nel caso in cui vogliate usare, per un motivo qualsiasi, una coperta in estate e questa è stata messa sottovuoto, vi toccherà nuovamente ripetere l’operazione iniziale perché non è possibile estrarre solo un elemento senza far uscire fuori l’aria.

Organizzare anche gli altri capi sarà importante per riuscire a mettere a posto tutte le coperte: dedicando loro un’apposita sezione dell’armadio, non dovrete poi impazzire a cercarle, se non ricordate in quale punto le avete riposte.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove vendere le coperte all’uncinetto?

Se avete ereditato le classiche coperte della nonna, fatte all’uncinetto quindi lavorate con pazienza e in molto tempo, saprete che hanno un valore molto alto, in alcuni casi stimato attorno ai 1000 euro.

Dove è possibile venderle e quindi monetizzare una cifra anche meno importante? Se non amate il mercato online, potete provare in quelli fisici, meglio se dell’usato o del vintage, dove potrete avere anche la giusta quotazione e guadagnare un po’ di denaro.

In caso contrario, ci sono molte piattaforme sul web, come Ebay, Subito e così via, dove potrete anche metterle all’asta e farle aggiudicare al miglior offerente.

Come piegare le coperte?

Ci sono vari modi per piegare le coperte e fare in modo che queste non occupino spazio. Uno di questi è quello che le rende simili a dei cuscini: prima di tutto è necessario distenderla su una superficie piana, come il letto. Pensate alle dimensioni che volete abbia la coperta una volta piegata e, basandovi su questo dato, fate una piega di un’estensione pari proprio alla misura finale desiderata.

Piegate a questo punto il lembo sulla sinistra seguendo la lunghezza, seguendo il principio che abbiamo poc’anzi spiegato. Piegate il lembo alla vostra destra in modo da ottenere una lunga striscia.

Fate qualche altra piegatura lungo questa striscia, fino a quando non otterrete un quadrato. Ora è necessario inserire una mano nella tasca che si è venuta a creare, tenere fermo un angolo e svoltarla, per fare in modo che tutto il resto venga inserito al suo interno.

 

Come togliere i peli del gatto dalle coperte?

Se avete un cane o un gatto in casa, certamente incontrate spesso il problema dei peli sparsi dappertutto: ma come fare quando finiscono sugli indumenti e in particolar modo sulle coperte? Se non avete a disposizione nessun metodo acquistato magari al supermercato, potete provare con uno di fortuna come un rotolo di nastro da imballaggio.

Il collante presente su questo prodotto catturerà i peli e voi potrete toglierli semplicemente strappandolo via dalla superficie della coperta. Certo, si tratta di un metodo abbastanza lungo da svolgere, ma come elemento di fortuna va più che bene.

Un altro metodo valido è quello di bagnare un guanto in gomma e passarlo sulla superficie, in modo da raggruppare tutti i peli, che poi potrete togliere con l’altra mano oppure con l’aspirapolvere. Sembra strano, ma un palloncino gonfio, grazie all’attrito che crea, è in grado di raccogliere tutti i peli: considerate anche questo come metodo alternativo. 

Infine ci sono i classici metodi, ovvero i rulli con adesivo, che basta far scivolare sulle coperte per raccogliere tutto il pelo: se non basta, una bella spazzolata successiva farà andare via quelli intrappolati nel tessuto.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS