Le 8 migliori coperte termiche del 2022

Ultimo aggiornamento: 05.10.22

 

Coperte termiche – Guida, Opinioni e Confronti

 

La coperta termica può migliorare la qualità del sonno, specie per quelle persone che hanno difficoltà ad ambientarsi nel letto freddo. Irrigidirsi in una posizione tesa è la naturale risposta dell’organismo allo stimolo del freddo, ma non è la soluzione ideale per garantire il sonno ristoratore. Quindi la coperta che rimuove l’umidità residua delle lenzuola, può essere la migliore soluzione per rendere il letto più confortevole. Per un sonno davvero gradevole è bene scegliere il modello più adatto alle proprie necessità. Si potrebbe tardare molto prima di trovare la giusta soluzione in grado di rispondere alle proprie aspettative. Qui abbiamo raccolto i migliori modelli disponibili sul web attualmente. Vi consigliamo di leggerne le recensioni per essere certi di trovare quella che meglio risponda alle vostre necessità. Come per esempio i primi due modelli che guidano questa classifica e che sono stati selezionati attentamente tra i più apprezzati dagli utenti. MaxKare Coperta termica elettrica è piacevole al tatto e potrebbe essere usata anche senza un lenzuolo in mezzo. Cosi Home Coperta termica elettrica è una bella soluzione per dormire avvolti da un caldo abbraccio scegliendo la giusta temperatura tra le diverse disponibili.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori coperte termiche – Classifica 2022

 

La nostra classifica vi aiuta a scegliere la migliore coperta termica, cioè quella più adatta alle vostre necessità e in grado di soddisfare il desiderio di rendere più piacevoli le notti invernali.

 

 

1. MaxKare Coperta termica elettrica matrimoniale riscaldante flanella & lana

 

Tra le migliori coperte termiche del 2022 merita il podio questo modello realizzato con una combinazione di materiali insolita. Da una parte flanella, si caratterizza per la morbidezza al tatto e la piacevole sensazione sulla pelle. Dall’altra parte una sorta di lanugine, un peluche che rende la coperta calda di per sé anche quando la resistenza elettrica è spenta. Il tessuto è traspirante e non tende ad accumulare l’umidità normalmente prodotta dal corpo.

All’interno, il reticolo di cavi la porta a temperatura, rendendola più calda fino alla gradazione ottimale in base alle condizioni ambientali. Ha sei livelli di riscaldamento a scelta, anche se quello massimo andrebbe tenuto solo per un breve tempo e per riscaldare velocemente il letto. La coperta è predisposta perché il dispositivo interno si spenga dopo tre ore di funzionamento. Così è semplice programmarne il funzionamento senza dover poi intervenire manualmente interrompendo il sonno.

Non mancano le certificazioni di base, cioè la CE e la GS, che ne attestano la sicurezza del suo funzionamento in ogni circostanza. Ma quello che piace trovare è anche il certificato Oeko-Tex che assicura sulla qualità del tessuto che non rilascia sostanze potenzialmente pericolose sulla pelle.

 

Pro

Morbida e calda: La scelta del tessuto, pettinato da una parte e peluche dall’altro, è di per sé una garanzia di isolamento del calore prodotto dalla coperta prima, e dal proprio corpo dopo.

Veloce a raggiungere la temperatura: Ci vogliono solo 5 minuti per raggiungere la temperatura ottimale, perché si può impostare alla massima potenza.

Sei livelli di temperatura: Il livello che può raggiungere la coperta può variare in base alle condizioni ambientali ma va da circa 20° a 45° C.

 

Contro

Piccola: Non la più indicata a servire un letto matrimoniale come sembra indicare il produttore, più adatta invece per il letto da una piazza e mezzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Cosi Home® Coperta termica elettrica

 

Vi proponiamo quale coperta termica comprare per la maratona di serie TV sul divano. Questa soluzione piace perché ha le dimensioni di una coperta singola ma generose così avvolgersi e ottenere il massimo comfort.

Si possono impostare fino a nove livelli di temperatura e così ottenere il risultato desiderato in poco tempo. Ha la funzione di spegnimento automatico che può avvenire a scelta dopo un intervallo di un’ora o ben nove ore. È dotata di sistema di prevenzione dal rischio di surriscaldamento. Un elemento essenziale, presente in tutte le coperte conformi alla normativa e che qui è ancora più importante perché può restare accesa per tutta la notte.

Il tessuto è morbido pile, traspirante ma spesso e avvolgente così da risultare gradevole anche quando il meccanismo riscaldante è spento. Il funzionamento si regola con facilità grazie al telecomando presente e collegato alla coperta. Ha un display grande abbastanza da permettere di visualizzare tutte le informazioni in un colpo d’occhio.

 

Pro

Nove impostazioni: Si possono settare diversi livelli di calore, per mantenere la temperatura ottimale o per riscaldare in fretta il letto prima di mettersi sotto le coperte.

Con timer: A differenza di altri modelli, qui è possibile impostare un lungo intervallo di funzionamento senza interruzioni fino a nove ore. Il sistema di protezione da surriscaldamento lo rende possibile con la massima sicurezza.

Lavabile: Si può mettere in lavatrice senza troppa paura di danneggiarne la cablatura interna ma a patto di rimuovere le parti sensibili all’umidità.

 

Contro

Non si fissa: Il disegno della coperta non prevede un sistema per ancorarla al materasso in modo che rimanga ferma nella sua posizione per tutta la notte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Imetec Intellisense Plaid Riscaldabile Singolo

 

Tra le offerte da non farsi scappare c’è questa coperta Imetec. È disponibile nella versione singola, come in questo caso, o matrimoniale e si distingue dalle altre di questo marchio per la particolare eleganza. Ha un bell’aspetto curato nei dettagli che le permette di essere usata anche in contesti diversi dal letto. Si può appoggiare sul divano e qui essere usata all’occorrenza mentre arreda con gusto.

La scelta della microfibra si rivela efficace perché la coperta è leggera, morbida al tatto e traspirante. Sfrutta il brevetto Intellisense che permette di mantenere sempre la temperatura ideale adattandola di conseguenza. Un particolare molto importante che la differenzia da altre soluzioni più semplici. Infatti così si mantiene con facilità la temperatura ottimale senza bisogno di intervenire manualmente per cambiarla e adattarla di conseguenza.

Ha un sistema di sicurezza Electro Block che previene il rischio di surriscaldamento e mantiene alto lo standard complessivo. Sono cinque le temperature che si possono impostare e che il termostato mantiene inalterate fintanto che la coperta è collegata all’alimentazione.

 

Pro

Elegante: Piacevole la combinazione dei due colori, chiaro e scuro, che la rende gradevole da vedere. Perfetta per essere usata anche sul divano.

Microfibra: A differenza delle classiche coperte di questo marchio, è realizzata in tessuto sintetico ma morbido al tatto e spesso abbastanza da non far sentire il meccanismo interno.

Con termostato: Si possono impostare fino a cinque temperature che il dispositivo mantiene a lungo e in maniera stabile anche fino a 9 ore.

 

Contro

Telecomando: Si trova solo da un lato della coperta così è solo una persona che può regolarne il funzionamento e non entrambe come sarebbe più ovvio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. MVPower Coperta termica con livelli di potenza

 

La comparazione tra le coperte prosegue con questo modello di buona fattura e in più proposto a un prezzo vantaggioso. Ha una bella linea e si fa apprezzare per il tessuto morbido e leggermente spesso. Si può usare sul letto sopra le lenzuola, oppure direttamente a contatto magari quando ci si rilassa sul divano.

Offre una gamma di temperature che variano da 28° a 43° C e mantiene un buon controllo della temperatura durante il suo funzionamento. Ha un sistema di sicurezza in grado di stabilizzare la resistenza ed evitare oscillazioni. Si può impostare lo spegnimento automatico da una a tre ore dopo l’accensione.

Tra i modelli che troviamo venduti online questa coperta ottiene apprezzamento perché è rapida nel raggiungere la temperatura ottimale. Al massimo 5 minuti alla massima potenza sono sufficienti per riscaldare il letto prima di coricarsi. Si lava in lavatrice a 30° dopo aver scollegato la presa elettrica. Questa si stacca con facilità e permette una pulizia delicata ma profonda a fine stagione.

 

Pro

Sicura: I marchi CE e gli altri presenti nella confezione sono una garanzia di buon funzionamento, la coperta si spegne da sé ed è predisposta per evitare oscillazioni di temperatura.

Lavabile: Si può mettere in lavatrice (dopo aver scollegato il cavo) a una temperatura massima di 30° e senza fare la centrifuga. Così la coperta torna come nuova.

Morbida: Il tessuto ha una gradevole consistenza morbida e avvolgente; la possibilità di regolare fino a sei temperature (fino a un massimo di 43°), permette di trovare il comfort desiderato.

 

Contro

Cavo di alimentazione corto: Se la presa elettrica non si trova nei pressi del letto si dovrà usare una prolunga, perché il cavo è lungo circa 60 cm.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Navaris Termocoperta elettrica 3 livelli di riscaldamento

 

Ecco un’altra buona occasione tra gli articoli più venduti. Si tratta di un prodotto sicuro, economico e con una gradevole qualità al tatto. Si può regolare la temperatura su tre livelli e quindi è facile trovare quello ideale, attivando la massima prima di usare la coperta, per poi abbassarla al bisogno. Il timer permette l’autospegnimento entro tre ore così la proposta di Navaris si assesta tra quelle con funzionamento semplificato. È tra le più adatte all’uso limitato alle prime fasi del sonno.

Morbida e calda, è realizzata con un tessuto che ricorda il peluche, quindi di base si tratta di pile. Se vi state interrogando su come scegliere una buona coperta termica, valutate bene l’importanza di lavarla a casa senza danneggiarla. In questo caso, la pulizia è semplificata dalla possibilità di scollegare l’alimentazione del tutto e lavare la coperta senza rischiare di rovinarla.

Contenuta nei consumi, ha un assorbimento massimo di 120 watt che non impattano in maniera significativa sulla bolletta.

 

Pro

Tre livelli di temperatura: Si può regolare con facilità perché la scelta si limita a poche impostazioni di riscaldamento. Inoltre ha lo spegnimento automatico dopo tre ore.

Con custodia: Si può riporre comodamente dopo l’inverno dentro la sua confezione, occupa poco spazio e si può piegare senza difficoltà.

Cavo di alimentazione: Lungo ben 2 metri permette di raggiungere la presa elettrica per lo più senza difficoltà o l’uso di una prolunga.

 

Contro

Posizione connettore: Invece di essere di lato, si trova a una quindicina di centimetri dal bordo, così potrebbe risultare scomodo e dare fastidio durante il sonno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Misiki Termocoperta riscaldante con spegnimento automatico

 

Non è sempre facile trovare dove acquistare una buona coperta termica, per questo nella nostra classifica abbiamo isolato i modelli più interessanti. Come questa, proposta da Misiki a prezzi bassi e che consente una regolazione su ben dieci livelli di temperatura fino a trovare quello ideale. 

Arriva a generare fino a 50° C, a partire da un minimo di 35°, e in questo modo riesce a far trovare il letto caldo anche quando nella stanza la temperatura è gelida e parecchio umida. È realizzata in morbido pile, leggermente vellutato quindi con un effetto peluche gradevole da sentire direttamente sulla pelle.

Ha il pregio di essere veloce nel raggiungere la temperatura ideale. Non mancano i sistemi di sicurezza che prevengono il rischio di surriscaldamento. In questo modo è possibile usare la coperta anche quando ci si addormenta prima di scollegarla. Si può impostare lo spegnimento automatico dopo un certo tempo di funzionamento che va da una a nove ore. La qualità complessiva è alta, per esempio i cavi sono ben isolati e permettono il lavaggio in lavatrice a 40° senza subire danni.

 

Pro

Regolabile: Da una a nove ore di funzionamento per poi spegnersi in automatico e ben dieci livelli di temperatura regolabile fino a 50° che permettono di raggiungere in pochi minuti le condizioni ottimali prima di andare a dormire.

Alto standard di sicurezza: La qualità dei cavi è alta e garantita dal doppio rivestimento che isola bene il cuore di rame, così da assicurare un funzionamento prolungato nel tempo e la migliore resistenza ai lavaggi.

In lavatrice a 40°: Si può lavare a temperature superiori alla media dei prodotti di questo tipo: è la riprova della buona qualità complessiva di questa coperta.

 

Contro

Più cara: Considerando che si tratta di una marca non nota e che le dimensioni sono quelle di una coperta singola, il prezzo può sembrare un po’ alto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. MaxKare Coperta termica in flanella con spegnimento automatico

 

Alte prestazioni e prezzo più economico rispetto a modelli più semplici. Così si presenta questa coperta che offre un’autonomia di funzionamento di ben 10 ore prima di spegnersi da sola. Inoltre è possibile impostare la temperatura ottimale tra sette livelli disponibili.

È pensata per essere usata come scaldaletto, infatti sono presenti i comodi gancetti che servono per ancorarla al materasso. In questo modo non c’è il rischio che si sposti con i movimenti durante il sonno. Le dimensioni generose permettono di fissare la coperta lungo tutto il materasso matrimoniale e così offrire una base calda e accogliente per due.

Il telecomando è comodo, facile da impugnare e usare. I caratteri sono grandi e si leggono senza difficoltà, quindi è veloce impostare la temperatura ottimale con gesti semplici. Buona anche in termini di consumi elettrici che non superano i 60W di assorbimento. Quindi non si caratterizza per il suo impatto sulla bolletta. Il tessuto è morbido e piacevole al tatto. Si tratta del sempre più apprezzato peluche, una versione più morbida e soffice del classico pile.

 

Pro

Ampio margine di regolazione: Si può decidere tra sette livelli di temperature e impostare lo spegnimento automatico fino a un massimo di dieci ore.

Con gancetti: Un semplice accorgimento che rende l’uso più gradevole. Attraverso le fettucce cucite lungo il bordo è possibile far passare i laccetti che servono ad ancorare la coperta perché resti ben ferma sul materasso.

Certificato: Il prodotto ha le certificazioni previste dalla norma sulla sicurezza e un sistema di prevenzione efficace dal rischio di surriscaldamento.

 

Contro

Lavare con attenzione: Il produttore consiglia di lavare a basse temperature e comunque non a 30°, per evitare di rovinare il meccanismo interno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Professional Scaldalettino elettrico per centro estetico

 

Un nuovo prodotto professionale deve rispondere a determinate caratteristiche. Questo per esempio, ha il vantaggio di essere pensato in maniera specifica per i centri estetici. Si tratta di una soluzione senza fronzoli ma che conquista pareri positivi da parte degli utenti.

Una volta riscaldato, si appoggia sul corpo del paziente che si trova sul lettino in attesa di ricevere il trattamento o la terapia. Estetica o salute, poter contare su un corpo rilassato e senza tensioni muscolari dovute al freddo. Si possono impostare fino a tre livelli di temperature, in modo da mantenere la coperta al livello ideale per preparare al massaggio o altro trattamento.

Malgrado l’aspetto un po’ spartano, lo spessore è sufficiente perché sia gradevole al tatto e sulla pelle. Non si sentono i cavi all’interno quindi non dà fastidio e si usa come una coperta comune. Sia da un lato che dall’altro è realizzata in tessuto e non ha parti plastificate. Quindi ottiene il suo risultato senza dare l’impressione di un oggetto troppo anonimo come succede spesso ai monouso dei centri benessere.

 

Pro

Gradevole al tatto: All’esterno e su entrambe le facciate è in tessuto morbido e quindi piacevole da sentire al contatto con la pelle.

Tre livelli di temperatura: La regolazione è minima ma consente di ottenere l’effetto sperato con gesti semplici.

Facile da usare: Il telecomando consente una regolazione intuitiva del suo funzionamento per ottenere un risultato efficace in poco tempo.

 

Contro

Dimensioni: Non la più adatta all’uso professionale, per esempio le dimensioni non coincidono con quelle del buco del lettino dove il cliente appoggia il viso in posizione prona.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una coperta termica

 

L’acquisto della coperta termica deve essere fatto sapendo bene in quale contesto verrà usata. Infatti non ne esiste un solo modello e tanti si prestano a essere usati in modo specifico. Per esempio, acquisisce sempre maggiore successo il modello riflettente perché è comodo da portare ovunque. Ma difficilmente questo sarà utilizzato per la casa.

Invece, chi sceglie una coperta per la casa potrebbe salutare con piacere l’introduzione di nuovi modelli adatti anche all’uso sul divano. Perfette per rispondere alle nuove abitudini, che vedono sempre più frequenti le maratone di serie TV, queste si possono usare anche svincolate dal letto. Quindi è bene scegliere con cura i materiali, i tessuti, i tempi di attivazione e dell’autospegnimento. Una serie di accortezze consente di scegliere il modello adatto alle proprie necessità semplicemente sapendo di cosa si ha bisogno.

Come si lava la coperta termica

Al contrario di quanto accadeva in passato, oggi è più facile avere cura della coperta. Può essere lavata in lavatrice senza dover smontare le resistenze che si trovano all’interno. L’unica accortezza è togliere l’alimentatore e le parti elettriche che temono il contatto con l’acqua come viene indicato nelle istruzioni specifiche di lavaggio.

I cavi all’interno sono isolati in modo da resistere all’umidità e non necessitano di speciale accortezza se non quella di non asciugare in asciugatrice, lavare a secco o usare prodotti aggressivi come la candeggina. Le istruzioni sono chiare e sempre indicate con precisione nei prodotti di qualità. Questo permette di prendersi cura nella maniera migliore della coperta e farla durare a lungo.

In passato, e in alcuni casi tuttora, le coperte non dovevano essere piegate ma arrotolate per evitare di stressare troppo i cavi all’interno. Oggi i modelli migliori possono essere piegati con facilità e occupano lo stesso ingombro di un normale plaid, a seconda delle dimensioni.

 

Come mettere la coperta termica

Non sono uguali lo scaldaletto e la coperta termica. La differenza può essere determinata anche dalla resistenza degli elementi interni alla pressione del corpo. Infatti, per definizione, la coperta va posta sopra il lenzuolo e in mezzo al copriletto. In questo modo si appoggia direttamente sopra il corpo e non sopra il materasso come avviene per lo scaldaletto.

Una differenza sostanziale che rende più o meno comodo gestire la coperta per evitare che scivoli. Infatti, la struttura diversa, il maggiore peso all’interno e da un lato dove è collegato il cavo di alimentazione e le dimensioni non sempre generose, rendono le termocoperte facili a scivolare o arrotolarsi da una parte. Se presenti, è possibile usare degli elementi per fissare la termocoperta al copriletto e così assicurare maggiore fermezza e stabilità.

Si tratta di soluzioni non sempre previste, si trovano più spesso nello scaldaletto per fissare il tessuto al materasso. Ma si possono realizzare con facilità aggiungendo dei semplici bottoncini a clip.

Che materiali scegliere per la coperta termica

Una volta le migliori coperte erano quelle in tessuto naturale come la lana merino. Lo sono ancora, si tratta di soluzioni dall’alto potere isolante e che per loro natura riescono a mantenere stabile e gradevole la temperatura del corpo. Ma col passare del tempo cambiano anche le composizioni dei tessuti sintetici e oggi è facile trovare buone coperte in pile di fibra sintetica dall’alto potere isolante.

Il vantaggio di queste soluzioni è di essere molto leggere, occupano poco spazio, sono ben calde e avvolgenti e hanno anche delle gradevoli consistenze morbidi e piacevoli al tatto. Lo svantaggio, a volte, è la difficoltà nel mantenere sempre gradevole l’aspetto e morbido al tatto il tessuto che tende a formare pelucchi e appallottolarsi.

Sapendo a cosa si va incontro si può optare per una più attenta manutenzione e una certa cura durante i lavaggi, per esempio evitando di lavare la coperta direttamente in macchina. Una buona idea per preservare i tessuti è utilizzare gli appositi sacchetti o una semplice federa di cuscino. Limitando lo sfregamento con le pareti metalliche del cestello si evita la conseguente usura.

 

 

 

Come utilizzare una coperta termica

 

L’utilizzo della coperta termica deve seguire determinate regole e accorgimenti che massimizzano la sicurezza. Del resto è bene ricordare che il dispositivo emette calore e lo fa in un momento di massima vulnerabilità, cioè mentre si è addormentati.

In base alla qualità del prodotto è possibile contare su diversi livelli di sicurezza del sistema di protezione. Per esempio, è importante che abbia un sistema di stabilizzazione interno che, più dello stesso termostato, sia in grado di evitare le oscillazioni della temperatura. Quindi quanto più è costante il calore prodotto per mantenere le stesse condizioni ambientali sotto le coperte, migliore sarà il risultato per chi si vi trova avvolto e addormentato.

Seguire attentamente le istruzioni

I migliori prodotti sono quelli contrassegnati dal marchio CE, questa regola vale in ogni caso e a maggior ragione se si tratta di oggetti che possono rappresentare un pericolo per la propria incolumità. Il marchio TÜV e le relative sottocategorie, sono altri parametri da ricercare per essere certi che la qualità del dispositivo sia alta.

I migliori prodotti hanno anche istruzioni dettagliate che spiegano come utilizzare in sicurezza la coperta. Per esempio, è indicato per quanto tempo può funzionare in maniera continua. Le indicazioni sul tipo di arresto automatico, se superano o si limitano a tre ore, possono essere indice di maggiore o minore resistenza del sistema di riscaldamento interno.

 

Come lavare la coperta termica

Prima di lavare la coperta, ancora una volta, è necessario verificare le indicazioni riportate nella confezione. Conservarle è una buona maniera per assicurare lunga vita al prodotto ed evitare di commettere errori fatali.

Spesso è possibile lavare in lavatrice la sola coperta, perciò bisogna accertarsi se sia necessario rimuovere il cavo di alimentazione o se è previsto che si stacchi anche il sistema interno di riscaldamento.

Smacchiare a secco deve essere un’opzione contemplata, infatti si rischia di danneggiare il reticolato interno se si strofina con troppo vigore la macchia. Anche l’asciugatrice viene spesso sconsigliata per evitare di danneggiare la delicata struttura interna.

La differenza con lo scaldaletto

C’è differenza tra scaldaletto e termocoperta. Si tratta di due articoli diversi che si caratterizzano per le performance diverse. Uno si usa come strato superficiale del materasso e si copre con il lenzuolo di sotto in modo da riscaldare direttamente il materasso alla base e tende a dissipare meno calore perché si diffonde verso l’alto scaldando le lenzuola e le coperte soprastanti. Questo però deve essere pensato per reggere la pressione del corpo, quindi non deve dare fastidio e né danneggiarsi per via dei movimenti durante la notte.

La termocoperta, invece, si mette sopra, tra il lenzuolo e il copriletto. Ha la funzione di appoggiarsi sulle spalle e quindi emanare il calore piacevole che rende più gradevole entrare a letto anche quando le temperature sono gelide.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona la coperta termica?

Un sistema di resistenze interne, con cablature impermeabilizzate e isolate, permette al calore di diffondersi lungo tutta l’area della coperta. In questo modo trasferisce il calore al letto e alla persona perché raggiunga prima lo stato ottimale anche quando fuori si gela.

L’alimentazione è diretta, quindi si deve collegare alla presa di corrente e qui assorbe la potenza necessaria per il suo azionamento. Di solito il consumo è compreso tra 50 e 150 watt e dalla potenza variabile dipende anche la velocità con cui raggiunge le temperature alte che permettono di ottenere subito il tepore gradevole desiderato.

Come funzionano la coperta estetica?

Questo tipo di prodotti si usa sotto supervisione di un’estetista infatti ha lo scopo di imprimere un’accelerazione al dimagrimento grazie al sudore copioso. Si tratta di usare la coperta per favorire l’espulsione di liquidi in eccesso e tossine attraverso il sudore. Bisogna avere l’accortezza reidratarsi in fretta e senza affaticare l’organismo che altrimenti entra in stato di sofferenza. Non l’ideale per raggiungere l’aspetto desiderato.

 

Fa male la coperta termica?

In generale va detto che la coperta, come tutti gli elettrodomestici collegati alla rete domestica, emette un campo elettromagnetico. Non è tale, però da compromettere il corretto funzionamento del metabolismo. Si può dire invece che è bene prestare la massima attenzione e scollegarlo alla fine del tempo impostato per il suo funzionamento. In alcuni casi può essere utile collegare la presa a una ciabatta: basterà premere l’interruttore per eliminare il passaggio di corrente elettrica verso la coperta mentre si dorme.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS