L’importanza di una buona e sana colazione per cominciare al meglio la giornata

Ultimo aggiornamento: 05.10.22

 

Fare una buona colazione la mattina è una cosa molto importante, se volete affrontare la giornata in maniera energica e grintosa. Ecco alcuni suggerimenti utili.

 

La colazione è un pasto che non deve essere mai sottovalutato, in quanto si tratta del primo “spuntino” della giornata, ovvero quello che ci consente di cominciare le nostre attività quotidiane con energia e grinta.
Qualsiasi dieta sana che si rispetti prevede una colazione salutare, capace di fornire all’organismo tutto l’apporto energetico del quale questo ha bisogno, per aprire le danze del giorno con il piede giusto.

 

L’importanza della prima colazione

Fare colazione la mattina è una cosa fondamentale, infatti grazie a questo primo pasto quotidiano, riusciamo già a soddisfare dal 20 al 30% del fabbisogno calorico giornaliero del corpo.
È proprio per questo motivo che saltare la colazione può portare a sonnolenza, mancanza di concentrazione e ipoglicemia. A tal proposito il quesito nasce spontaneo: “Come fare una colazione sana?”
La SISA (Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione) sostiene che il pasto mattutino, se fatto come si deve, consente all’organismo di assimilare le giuste calorie, che servono per affrontare la giornata. Inoltre, diversi studi scientifici hanno dimostrato che una colazione salutare è in grado di ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e di obesità.
Chiaramente non basta un semplice caffè, in quanto assumere solo tale bevanda, irriterebbe o infiammerebbe lo stomaco. Insomma fare una buona colazione aiuta a essere più reattivi e a migliorare le prestazioni intellettuali e fisiche sia nelle persone adulte, sia nei bambini.

La colazione ideale

Che decidiate di fare colazione al bar oppure comodamente a casa su un vassoio da letto in camera vostra, l’importante è che questa sia sana e nutriente. Il primo pasto della giornata deve essere ricco di carboidrati complessi e semplici in misura equilibrata. Inoltre deve essere un pasto completo, che oltre ai carboidrati deve contenere proteine, minerali, sali, fibre e grassi.
Di seguito vi riportiamo alcuni esempi di colazione abbondante (ma non esagerata) e sana da fare la mattina:

♦ Latte con i biscotti

♦ Due kiwi e uno yogurt bianco con cereali (ricchi di fibre)

♦ Latte macchiato con caffè (senza zucchero), 3 fette biscottate con marmellata o miele, una spremuta d’arancia.

In tutti gli esempi riportati qui sopra, il latte e i suoi derivati forniscono all’organismo il giusto apporto di proteine, in più consentono allo stomaco di placare la fame, soddisfacendo sia il senso di sazietà, sia l’indice glicemico. Frutta e cereali invece forniscono al corpo i carboidrati, gli zuccheri e le fibre.
In alternativa è possibile mangiare un dolce (es. un plumcake o una fetta di ciambellone), sempre associato a una spremuta (o a un frutto) e a una tazza di caffè o di tè. Chiaramente se state seguendo una dieta, il dolce deve essere considerato come “un’eccezione” da concedersi una o al massimo due volte a settimana.

 

Colazione dolce o salata?

Se volete perdere peso, la colazione rappresenta una pasto ancora più importante. In effetti saltarla significherebbe soffrire di attacchi di fame durante il corso della giornata e rischiereste di riempire i buchi nello stomaco con dei pericolosi e incontrollati “sgarri mangerecci”, che metterebbero a repentaglio la dieta che state seguendo.
La colazione deve essere un pasto fondamentale nella dieta giornaliera e non ha molta importanza che sia dolce o salata. La cosa essenziale è che questa sia equilibrata e che contenga un giusto quantitativo di carboidrati, per esempio sotto forma di croissant (o altri dolci), oppure di cracker (o pane).
È altresì importante variare la colazione e non essere monotematici; in fondo ogni tanto un dolcetto (meglio se light) è bene concederselo per appagare la gola.

Colazione salata sana

Se vi piacciono le colazioni salate, cercate di fare attenzione alla gestione delle proteine di origine animale. I nutrizionisti infatti suggeriscono di non assumere altre proteine animali durante il corso della giornata, se queste sono già presenti nella vostra colazione.
Se per esempio come pasto mattutino vi concedete del bacon, delle uova, un po’ di prosciutto, un’omelette o altri alimenti che solitamente fanno parte delle tradizionali colazioni inglesi (e americane), fate attenzione a non consumare ulteriori proteine durante i pasti seguenti.
Il segreto sta nel saper gestire correttamente l’assunzione di carboidrati e di proteine nell’arco di una giornata. Ovviamente se volete evitare di assumere troppi grassi, moderate il consumo di salumi, uova e formaggi. Meglio se consumate affettati leggeri, come per esempio la bresaola o la fesa di tacchino.
Per ciò che concerne i carboidrati invece, optate per del pane integrale. In questo modo potrete abbinare alla vostra colazione una spremuta o un estratto di frutta e del latte (meglio se parzialmente o totalmente scremato). Come abbiamo già detto, ricordate di variare le vostre colazioni durante la settimana, alternando il dolce al salato.

 

Come comportarsi al bar

Se state seguendo una dieta, vi consigliamo di fare colazione a casa, in quanto potete gestire meglio il pasto; ma se proprio non avete scelta e vi trovate al bar, vi suggeriamo di optare per una spremuta d’arancia o un bicchiere di latte parzialmente scremato. Da mangiare ordinate una brioche piccola, anche se è meglio evitare la cornetteria da bar, perché è molto ricca di grassi. Se disponibili, in alternativa consumate delle fette biscottate con della marmellata.

Errori da evitare

Evitate di fare colazioni anglosassoni (a base di uova e pancetta) troppo abbondanti, specialmente se siete a dieta, meglio consumare cereali e frutta. Fate attenzione a non assumere troppi zuccheri e ricordate che i cereali e la frutta ne contengono molti.
Per esempio, se mangiate cereali evitate i biscotti e non abusate neanche del latte, perché anche questo contiene tanti zuccheri. Infine, prestate particolare attenzione ai prodotti industriali, infatti questi possono contenere grandi quantitativi di zuccheri nascosti. In poche parole evitate o quantomeno limitate il consumo di merendine, biscotti farciti e affini.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS